Subscribe to our newsletter:

Associazione Antigone

Free
iPhone / iPad
Genres:
  • Education
  • Book
I want this app
Download from AppStore

Quando è nata la mafia? Nessuno lo sa. Non c’è un atto notarile che ne attesti la nascita. Gli stessi storici sono divisi. C’è chi dice che nasce con l’Unità d’Italia. C’è chi dice ancora prima, addirittura nel Cinquecento.
E da dove viene la parola mafia? Perché la mafia si chiama mafia? Anche su questo non c’è accordo. Viene da lontano o da più vicino? Sono poche le certezze e tante le opinioni – sono stati versati fiumi d’inchiostro per descrivere diverse ipotesi.
Ma esiste la mafia? Adesso tutti dicono di si e pensano di averla vista, o di vederla, dappertutto;
persino dove non c’è davvero. Un tempo, però, erano tanti a dire che la mafia non esisteva, che era un’invenzione di chi voleva male alla Sicilia e ai siciliani.
Quest’incertezza nelle risposte è uno dei motivi che accrescono il fascino della mafia, perché i mafiosi oltre che violenti, criminali, assassini, stragisti hanno una particolare propensione a creare consenso, fare cultura, proporre stili di vita alternativi. È aberrante tutto ciò, ma dobbiamo sapere che fa parte della realtà.
Il nome mafia è stato esportato all’estero ed è un termine di successo, un brand come si dice oggi o una griffe che attrae. All’estero ci sono locali pubblici, ristoranti, canzoni, etichette di prodotti commerciali che si richiamano, senza vergogna alcuna, alla mafia.